Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo

Via Olona n.19-20123 Milano Info 3466872531

domenica 10 maggio 2015

Museo della Pietà, apertura gratuita prorogata al 31 maggio

Del Corno: “Il grande successo, con circa 30mila visitatori dal 2 maggio, ci ha motivati a tenere aperto il Museo alla città fino a fine mese”. Tutti i Musei civici, compresi i Musei del Castello, restano aperti durante il semestre di ExpoinCittà da martedì a domenica dalle ore 9 alle 19:30, senza interruzione oraria
Milano, 10 maggio 2015 – “ Visto il grande successo del Museo della Pietà Rondanini che, dopo l’inaugurazione del 2 maggio scorso, ha visto circa 30.000 visitatori in coda per ammirarne il rinnovato allestimento nell’Antico Ospedale Spagnolo, abbiamo deciso di prorogare l’apertura gratuita fino alla fine del mese di maggio ”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.
Sarà quindi possibile fino al 31 maggio visitare gratuitamente il Museo della Pietà Rondanini, che resterà quindi aperto con ingresso libero tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 9 alle 19,30 con orario continuato. Il successo del Museo della Pietà Rondanini si affianca a quello di tutti i Musei del Castello Sforzesco – Museo d’Arte Antica, Pinacoteca, Museo degli Strumenti musicali, Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee, Museo Egizio, Museo delle Arti Decorative, Armeria – che hanno ospitato dal 2 maggio scorso, data di inaugurazione di ExpoinCittà, circa 16.000 visitatori.
Una nuova attenzione che si spiega anche con un rinnovamento dei percorsi museali, partendo dalla riapertura al pubblico, lo scorso 28 aprile, della Sala delle Asse: un allestimento multimediale animerà la Sala fino alla fine di ExpoinCittà, illustrando le vicende dei recenti restauri che hanno portato alla luce nuove tracce della mano di Leonardo da Vinci.
Il rinnovamento del Museo d’arte antica passa anche attraverso il restauro di alcuni dei suoi capolavori esposti: il monumento a Bernabo’ Visconti, posto nella prima Sala del Museo d’arte antica e “simbolo” del Museo, e le sculture della tomba di Gaston de Foix, opera di Agostino Busti detto il Bambaia, tra i massimi maestri della scultura rinascimentale. Entrambe le opere, grazie al contributo di Fondazione Cariplo, splendono ora di nuova luce.
L’attrattività del Castello Sforzesco è anche rafforzata dalla presenza delle esposizioni temporanee allestite nelle diverse sale:
  • nella Sala Viscontea è allestita la mostra dedicata alla grafica di Georges Rouault (aperta fino al 7 giugno), che ha già visto 10.000 visitatori dalla sua apertura lo scorso 2 aprile;
  • nella Sala del Tesoro, invece, la mostra “Splendori rinascimentali nelle corti dell'Italia settentrionale”, aperta fino al 2 giugno, ricostruisce attraverso il nucleo di manoscritti visconteo-sforzeschi conservato oggi nella biblioteca Trivulziana, il contesto culturale della Milano rinascimentale tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento; l’esposizione è già stata visitata da circa 7.000 persone dalla sua inaugurazione, lo scorso 31 marzo.

Biglietto valido per l’ingresso a tutti i musei del Castello Sforzesco:
Intero € 5,00
Ridotto € 3,00
MuseoCard €. 35,00 (permette l’ingresso libero a tutte le sedi museali per un anno intero a partire dalla data di emissione ed è in vendita online, senza costi di prevendita, e nelle biglietterie; dà diritto all’ingresso ridotto presso le mostre nelle sedi espositive, a sconti su prodotti in vendita nel bookshop e molto altro).
Biglietto cumulativo € 12,00 (l’ingresso libero in tutti i musei civici per tre giorni, è in vendita online, senza costi di prevendita, e nelle biglietterie. Gli abbonamenti sono disponibili anche in versione elettronica scaricabili direttamente su smartphone e tablet).
Ingresso libero tutti i martedì dalle ore 14:00 e da mercoledì a domenica durante l'ultima ora di apertura dei musei.
Ingresso gratuito ai visitatori sotto i 18 anni di età.
Museo della Pietà, apertura gratuita prorogata al 31 maggio




sabato 21 febbraio 2015

Premi Claudio Abbado

Valorizzare le eccellenze dell'Alta formazione artistica, musicale e coreutica e rendere omaggio alla figura di un grande Maestro, vanto della cultura italiana nel mondo, sono gli obiettivi del bando per i Premi intitolati al Maestro "Claudio Abbado", che saranno assegnati nell'ambito dell'XI edizione del "Premio Nazionale delle Arti".

Per ciascuna sezione del premio, sono pubblicati i regolamenti che stabiliscono lo svolgimento delle singole prove concorsuali. I candidati dovranno presentare domanda per la sezione del concorso a cui sono interessati entro il prossimo 7 marzo e saranno valutati da esponenti di chiara fama delle Arti, della Musica e della Cultura. Entro il 21 marzo saranno selezionati coloro che potranno partecipare alle prove nazionali. I vincitori saranno indicati entro il 29 maggio sul sito del Miur.
Avviso del 20 febbraio 2015
Regolamenti sezioni "Premio Abbado"

domenica 18 gennaio 2015

Regione Lombardia: ' Territorio e legalità ', quarto convegno del ciclo 'Passi di legalità'

 “Territorio e Legalità”: tutto pronto per il quarto convegno del ciclo “Passi di Legalità” organizzato dal Gruppo Misto – Popolari per l’Italia in Consiglio Regionale Lombardia che si terrà presso la Sala Gonfalone di Palazzo Pirelli lunedì 19 gennaio dalle 16,00 alle 20,00.
 Al centro del confronto il territorio in tutti i suoi aspetti, senza perdere di vista la cultura della legalità. Previsti (oltre quello della consigliera Gruppo Misto – Popolari per l’Italia Maria Teresa Baldini) gli interventi dell’assessore a Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi, del Sostituto Procuratore della Repubblica Roberto Pellicano, del consigliere regionale e Presidente della Commissione Speciale Antimafia Gian Antonio Girelli, dell’Arma dei Carabinieri, di FareAmbiente, dell’architetto fondatore del ‘Gruppo Brera’ Antonio Catallo e di Giulio Massa dell’Ufficio Scolastico Regionale e membro dell’Osservatorio Legalità Regione Lombardia. In sala ci saranno anche due classi del Liceo Classico De Amicis di Milano.
“Sarà un’occasione importante – sottolinea Baldini – per confrontarci a tutto tondo le priorità del territorio e per continuare promuovere la cultura della legalità. Ci saranno dei relatori di alto profilo sia istituzionale che professionale i quali sono quotidianamente impegnati su bisogni, criticità e aspetti positivi di un territorio complesso quale quello della nostra Lombardia”.
Il Convegno “Territorio e legalità” è il quarto step di un progetto più ampio chiamato “Passi di legalità”, rappresentato da 8 cabine simbolo dei valori della legalità sotto differenti profili: Informare, Educare, Formare, Incoraggiare, Sostenere, Prevenire, Partecipare, Innovare
LEGGI Regione Lombardia: ' Territorio e legalità ', quarto convegno del ciclo 'Passi di legalità'